Sconfitta per 24 a 7 a Ceccano, domenica la visita del Terracina

logo_urag

Quarta sconfitta in campionato per l’Urag Rugby, che sul campo del Fabraternum Ceccano ha perso per 24 a 7. Un match che ha visto i padroni di casa giocare un buonissimo rugby, condito da aggressività e organizzazione difensiva. Nel primo tempo infatti la formazione frusinate schiacciava nella propria metà campo l’Urag, che finiva al riposo sotto per 10 a 0, frutto di una meta e di una punizione trasformata. Nella ripresa arrivava anche la seconda marcatura del Ceccano, avvenimento che segnava un po’ la scossa per gli ospiti, in grado di marcare su meta tecnica assegnata dall’arbitro per infrazioni ripetute da parte della difesa. Sul 17 a 7 il match saliva d’intensità, ma era il Fabraternum a chiudere i conti con una maul finalizzata in meta per il 24 a 7 conclusivo.
“Sicuramente sono stati molto più aggressivi di noi, sia in difesa che nell’intensità di gioco e nei placcaggi, noi purtroppo siamo andati avanti a sprazzi, ma senza trovare mai la continuità giusta per andare a far risultato contro una buonissima squadra, cresciuta molto negli anni”, ha detto Matteo Mantovani. “Adesso dobbiamo cercare di vincere la prossima, che sulla carta è agevole ma che non per questo dovrà portarci a cali di tensione”.
Infatti subito domenica l’Urag avrà la possibilità di rifarsi, incontrando sul terreno di gioco di Aprilia (in via della Meccanica) il modesto Terracina. Appuntamento alle 14,30 contro una squadra che sino a questo momento ha sempre perso, subendo domenica 103 punti dal Segni capolista. Un’occasione per tornare alla vittoria che manca ormai dal 3 novembre scorso, quando si vinse a tavolino contro la Neroniana, e sul campo dal 27 ottobre in trasferta a Formia. Sarà l’ultimo incontro prima di una lunghissima sosta, che tra un turno di riposo imposto dal calendario, le festività natalizie e le soste per gli impegni della nazionale vedrà l’Urag tornare in campo addirittura ad inizio febbraio.