Presentato a Nettuno il progetto Diritto Allo Sport del Rugby Anzio Club

E’ stato presentato sabato 14 settembre, con una conferenza stampa presso la Sala Consiliare del Comune di Nettuno, il progetto “Diritto allo Sport” a cura del Rugby Anzio Club. Il programma prevede l’elargizione di 80 borse di studio sportive gratuite, che permetteranno a ragazzi di Anzio e Nettuno nati tra il 2001 ed il 2008 di giocare a rugby e di frequentare anche un corso di informatica.

Presenti alla conferenza stampa il presidente del Rubgy Anzio Club, architetto Flavio Vasoli; il presidente del comitato regionale Lazio della Federazione Italiana Rugby, Marco Santamaria; gli assessori Eleonora Bocchini (Cultura e Affari Generali), Cinzia Scanu (Pubblica Istruzione e Politiche Sociali) e Luigi Visalli (Sport e Spettacolo) di Nettuno; l’assessore Laura Nolfi, assessore all’Istruzione e alla Cultura di Anzio.
Il primo a prendere la parola è stato Flavio Vasoli, che ha ricordato come Diritto allo Sport sia il frutto del lavoro di un anno e un primissimo punto di arrivo dell’interesse della società biancazzurra verso la diffusione del rugby partendo dal settore giovanile e dalle scuole. Non conta solo il risultato agonistico per il Rugby Anzio Club, che dopo nove anni è una delle società più attive sul territorio, ma anche la volontà di diffondere i valori del rugby e quelli dello sport, che a livello giovanile rappresentano il termometro sullo stato di salute del territorio.
Marco Santamaria, presidente del Comitato Regionale Lazio della Fir, ha ricordato il percorso del Rugby Anzio Club, partito da 40 tesserati ed arrivato adesso ad essere un punto di riferimento per il movimento della palla ovale nella regione. Il lavoro svolto dall’Anzio è di assoluta qualità, pensando anche alla recente nomina di Davide Privitera a tecnico regionale. Santamaria ha anche ribadito la volontà da parte della Fir di sostenere l’Anzio e gli enti locali nella realizzazione di un campo, vista la disponibilità di finanziamenti a fondo perduto per la creazione di strutture idonee al rugby e alla pratica sportiva.
La spiegazione del bando nel dettaglio è stata fatta per opera dell’assessore Eleonora Bocchini, mentre l’assessore Cinzia Scanu entusiasta dell’iniziativa ha definito Diritto allo Sport un programma sportivo di altissima qualità, e si adopererà per comunicare e diffondere il più possibile il progetto nelle scuole. Identici intenti per l’assessore Laura Nolfi, che ha sottolineato la diversificazione della proposta del Rugby Anzio Club che non mira solo allo sport inteso come pratica agonistica, ma come scuola di vita e di valori.
L’ultimo intervento è stato quello dell’assessore Luigi Visalli, che ha ricordato come il Rugby Anzio Club sia una delle società più operative su tutto il territorio, e ribadito l’interesse del Comune di Nettuno nel sostenere il più possibile l’attività del sodalizio biancazzurro. Al termine, il presidente Santamaria ha consegnato dei riconoscimenti agli intervenuti.
Le informazioni sul progetto Diritto allo Sport e sulle modalità di partecipazione sono online: 
RugbyAnzioClub/dirittoallosport/

Cartella Stampa